Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo.

Se non si può più parlare di programma di tecnologia, ma solo di indicazioni nazionali per il curricolo, se insegnare non è la semplice trasmissione di concetti, se la tecnologia, come tutte le discipline, dovrebbe essere la storia di un incontro e di una passione, è giusto domandarsi che argomenti si trattano in tecnologia.

Rendere complicato ciò che è semplice è cosa banale; trasformare ciò che è complicato in qualcosa di semplice, incredibilmente semplice: questa è creatività.

Charles Mingus

Sfogliare un libro di tecnologia può essere un'esperienza disorientante: si trova di tutto. Dal processo di estrazione delle materie prime alla produzione dei materiali. Agricoltura, settore dei trasporti, costruzioni, urbanistica, meccanica e macchine, fonti di energia, produzione di energia elettrica, elettrotecnica, elettronica, alimentazione e, perché no, su un libro non tanto vecchio, avevo trovato anche le varie tecniche di ricamo. A tutto questo si aggiunge il disegno tecnico, costruzioni di figure base, proiezioni ortogonali, assonometrie, prospettive, grafica pubblicitaria, ecc. Alcuni libri trattano anche di informatica, dell'utilizzo dei vari applicativi da ufficio.

A quel punto sta al docente, a partire dalle indicazioni nazionali per il curricolo, sviluppare unità didattiche e argomenti.

Nel blog che uso con i miei studenti, La mia tecnica potete vedere quali argomenti tratto. Gli argomenti svolti diventano poi il punto di partenza per il raggiungimento di finalità, competenze, obiettivi e traguardi.

Oltre agli argomenti classici, che sono un sottoinsieme di quelli che ho riportato in precedenza, do molto risalto nella mia programmazione al pensiero computazionale attraverso l'uso di linguaggi di programmazione sia a blocchi, sia interpretativi ad alto livello, orientati alla semplicità e alla leggibilità. Anche nel disegno tecnico introduco l'uso di semplici software CAD, Computer-Aided Design, per portare avanti un parallelismo tra quello che si fa a mano e quello che si può fare al computer. Tutto ciò che svolgo al computer prevede l'uso esclusivamente di software gratuito, così da non gravare sulla scuola o sulle famiglie.

In linea di massima le aree disciplinari che tratto possono essere le seguenti:

  • Il settore primario
  • Il settore secondario
  • Il settore terziario
  • Materiali
  • Energia
  • Elettricità
  • Alimenti
  • Trasporti
  • Ambiente
  • Disegno geometrico
  • Sviluppo dei solidi
  • Assonometrie
  • Proiezioni ortogonali
  • Programazione a blocchi
  • Programmazione con linguaggi interpretativi ad alto livello
  • CAD e disegno tecnico al computer

Questi sono gli argomenti che potrei trattare, la programmazione annuale poi varia in base alla scuola, agli studenti, agli argomenti in comune con altri colleghi, ai progetti, ecc...


Il mio ultimo racconto online

  • Il sidecar

    Il sidecar Campobasso, sul finire della seconda guerra mondiale. Gli Inglesi avanzano, i Tedeschi sono in ritirata. Dei bambini giocano in mezzo[…]

Il mio ultimo aforisma

  • Tutti dicono che è sbagliato dare seconde possibilità... “Tutti dicono che è sbagliato dare seconde possibilità, che chi ti ha deluso una volta è condannato a ripetere l'errore[…]

Ultimo post dal mio blog "La cucina delle streghe"

Ultimo post dal mio blog "Il mondo della scuola"